SCALDABAGNI
INSTALLAZIONE

Gli SCALDABAGNI sono elementi essenziali per il confort sanitario delle nostre case. Scegliete il modello a gas o elettrico che più si addice alle vostre esigenze.

Affidatevi alla nostra esperienza per la scelta e l'installazione di nuovi e moderni apparecchi.

ASSISTENZA

Siamo a vostra completa disposizione per assistenza su guasti o malfunzionamenti. Interveniamo su tutte le marche, anche in giornata.

CONTATTACI PER PREVENTIVI GRATUITI

Interventi in giornata e appuntamenti 24:7 anche nei giorni festivi tramite SMS, Whatsapp e mail.

Interveniamo su SCALDABAGNO DI TUTTE LE MARCHE.

Operiamo sulle provincie di:

Miano - Monza e Brianza - Lecco - Como - Varese

CONTROLLI OBBLIGATORI SUGLI SCALDABAGNI A GAS

lo scorso 21 novembre 2019 è entrata in vigore la normativa UNI 10436:2019, sostituendo la precedente norma UNI 10436:1996.
Tale normativa, che già in precedenza descriveva le attività necessarie per la manutenzione e la verifica delle caldaie a gas per uso domestico con portata termica nominale non superiore a 35 kW, vale a dire destinate al riscaldamento degli ambienti casalinghi (con o senza produzione di acqua calda sanitaria), introduce come importante novità L'OBBLIGO di interventi di manutenzione anche per tutti gli scaldabagni, scaldaacqua e boiler a gas per la produzione di acqua calda sanitaria.
A differenza di quanto avviene per le caldaie, i controlli previsti non riguardano l'impatti ambientale (fumi e combustione) ma esclusivamente fattori relativi alla sicurezza dell'impianto.

ATTENZIONE

Esame documentazione e verifiche preliminari

Sono previsti una serie di controlli preventivi sia di carattere amministrativo che tecnico, tra i quali meritano particolare attenzione:
• Presenza del libretto d’uso e manutenzione dell’impianto che viene rilasciato dall'installatore nel caso di nuovi impianti o dal manutentore per impianti già esistenti.
• Verifica visiva dei canali da fumo/condotti di scarico
• Verifica del tenore di Ossigeno nel condotto destinato all’aria comburente, finalizzata a verificare l’assenza di riflusso nel condotto di carico fumi. In assenza di predisposizioni del fabbricante, verrà praticato dal tecnico, un foro posizionato il più vicino possibile al punto di ingresso dell’aria nell’apparecchio, di diametro almeno pari a 10 mm, dotato di tappo di chiusura.
• Verifica di eventuale dispositivo di non ritorno (se presente) per apparecchi collegati a canne collettive in pressione.

Controllo e manutenzione

Circa la periodicità dei controlli la normativa si rimette a quanto in proposito previsto dal fabbricante, secondo il concetto di “apparecchio usato normalmente” di cui al
Regolamento UE 46/2016, precisando che, in assenza di indicazioni, le operazioni previste devono essere eseguite con PERIODICITA' ANNUALE.

Rapporto di controllo

L'operatore è chiamato ad esprimere il proprio giudizio sullo stato dell’apparecchio,
secondo i criteri ormai usuali in tutte le norme di recente pubblicazione e cioè: idoneo,
temporaneamente idoneo, non idoneo.

  • Twitter Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • YouTube Social  Icon